Polizia penitenziaria: in arrivo 97 nuovi agenti in Emilia-Romagna

Sono 97 i nuovi agenti di Polizia penitenziaria che dal prossimo 31 luglio entreranno in servizio nelle strutture carcerarie dell’Emilia-Romagna, una risposta alla carenza di organico, per la sicurezza delle strutture e per rispondere alle criticità che si portano dietro da troppi anni. Verrà incrementato l’organico degli istituti penitenziari Sant’Anna e Arginone.  Al carcere di Modena sono destinati 13 agenti, di cui nove uomini e quattro donne, che saranno operativi dopo il giuramento degli allievi del 175esimo corso, il 31 luglio, data in cui entreranno in servizio anche i 9 agenti carcere di Ferrara, 8 uomini e una donna. 15 alla Casa circondariale ‘Dozza’ di Bologna, 5 alla Casa di reclusione di Castelfranco Emilia, ai Casetti di Rimini ne arriveranno 6, 10 invece alla Casa circondariale di Forlì, 5 a quella di Ravenna, 10 alla Casa circondariale di Reggio Emilia, 13 alla Casa circondariale di Parma e 11 alla Casa circondariale ‘S. Lazzaro’ di Piacenza. In totale nelle strutture carcerarie dell’Emilia-Romagna arriveranno 97 agenti di polizia penitenziaria.

In più oltre 1300 agenti di polizia penitenziaria in deroga saranno presto oggetto di definizione e invio sui territori, compresi quelli emiliani. A livello nazionale il Governo si sta impegnando a risolvere le criticità, dovute anche ai tagli di organico e mancati investimenti del passato, con le nuove dotazioni d’organico, ma anche implementando nuovi progetti di incentivo al lavoro dei detenuti come percorso rieducativo e formativo che possa coinvolgere la società esterna, ma anche con una task force sulle aggressioni che possa portare nel breve periodo a soluzioni per tutelare la sicurezza di chi lavora negli istituti penitenziari.